Ricerca rapida Hotel Riviera del Conero







Rilassati
nelle bianche Baie
della riviera del Conero


...tra Portonovo, Sirolo, Numana e le spiagge di Marcelli.

Cogli il fascino del Monte Conero: respira i profumi dei suoi boschi tra Ginestre, Lavanda, Mirto; medìta nel silenzio dei suoi luoghi sacri.

Tocca l’arte, la storia, la cultura, l’archeologia i musei delle nostre città: Numana, Sirolo, Osimo, Recanati, Offagna, Ancona ed i Castelli. Perditi tra i dedali delle grotte sotterranee di Camerano ed Osimo.

Fermati nei luoghi della Spiritualità di Loreto, Osimo ed Ancona. Ricorda le note della poesia di Recanati e della musica di Castelfidardo.

Spiaggia di San Michele a Sirolo Veduta di Loreto Veduta di Offagna
Spiaggiola di Numana Veduta di Sirolo Torre Clementina di Portonovo

Il Territorio

  • Ancona & Portonovo

    La baia verde della riviera del Conero

    A pochi chilometri dalla città di Ancona, sorge questo piccolo centro dove il verde della vegetazione tipica del parco del Conero e l'azzurro di un mare si uniscono in un abbraccio.

    Prenota Emilia Hotel   Emilia
    Frazione Poggio, 149/A da 49,00 (Camera e Colazione, Mezza Pensione)
    Prenota Fortino Napoleonico    Fortino Napoleonico
    Via Poggio, 166 da 140,00 (mezza pensione a persona)
    Prenota Grand Hotel Passetto Hotel   Grand Passetto
    Via Thaon de Revel, 1 da 113,00 (Camera Doppia con colazione)
    Prenota Internazionale Hotel   Internazionale
    Via Poggio n.148 da 49,00 (Camera e Colazione, Mezza Pensione, Pensione Completa)
  • Sirolo

    La perla dell'Adriatico

    Vero e proprio gioiello di rara bellezza, Sirolo è un piccolo centro raccolto attorno a un gomitolo di stradine che rimandano a suggestioni antiche.

    Prenota Acanto Hotel   Acanto
    Via Ancarano,18 da 90,00 (Camera Doppia)
    Prenota Hotel Stella Hotel   Stella
    Via Giulietti, 9 da 75,00 (Mezza Pensione p.p.)
    Prenota Arturo Hotel, Residence   Arturo
    Via Spiaggia, 1 da 80,00 (Camera Doppia)
    Prenota Valcastagno Hotel, Residence   Valcastagno
    Via Valcastagno, 10 da 75,00 (camera doppia standard)
  • Numana

    La signora della Riviera del Conero

    Una delle località di mare più vivaci dell'intera Riviera, nel suo centro conserva atmosfere dal sapore antico grazie alle reminiscenze che derivano dal suo tradizionale borgo di pescatori.

    Prenota Dama Blu Residence   Dama Blu
    Via Litoranea, 220 da 500,00 (Bilocale a Settimana)
    Prenota Il Conero 2 Hotel, Residence   Il Conero 2
    Via del Conero, 29 da 78,00 (Camera Doppia)
    Prenota Eden Gigli Hotel   Eden Gigli
    Via Morelli 11 da 98,00 (mezza pensione a persona)
    Prenota Giardino Suite&Wellness Hotel   Giardino Suite&Wellness
    Via Circonvallazione, 19 da 50,00 (Bed&Breakfast a persona camera standard)
  • Marcelli di Numana

    Spiagge per tutti

    Un lungo litorale che dal confine di Numana corre fino a Porto Recanati, alternando colorati stabilimenti balneari dotati di ogni servizio e comfort adatti a qualsiasi esigenza.

    Prenota K2 Hotel   K2
    Via Ischia, 31 da 52,00 (mezza pensione a persona)
    Prenota Baby Gigli Meuble Hotel   Baby Gigli
    Via Litoranea, 164 da 125,00 (Camera Doppia)
    Prenota Galassi Hotel   Galassi
    Via Rimini, 11 da 42,00 (Bed and Breakfast a persona)
    Prenota Vila Bahia Hotel   Vila Bahia
    Via Recanati, 28 da 80,00 (Camera doppia)
  • Camerano

    Paese del Rosso Conero

    Disteso su un colle immerso nelle verdeggianti campagne coltivate a vitigni, sorge Camerano, borgo che sembra incastonato in un'atmosfera lontana e magica.

    Prenota La Perla Hotel   La Perla
    Via Direttissima del Conero, 1/3 da 70,00 (Camera Doppia)
    Prenota Palazzo Ruschioni Boutique Hotel Hotel   Palazzo Ruschioni Boutique
    VIA SAN FRANCESCO, 22 da 80,00 (Camera Doppia Bed and Breakfast)
    Prenota Strologo Hotel   Strologo
    Via Guasto, 89
    Prenota 3 Querce Hotel   3 Querce
    Via Papa Giovanni XXIII, 44 da 45,00 (mezza pensione a persona)

Le Attività



Notizie ed Eventi

Le attività e gli eventi della Riviera del Conero


Nessuna notizia...

Avventurati

Avventurati nella grandiosità delle grotte di Frasassi. Gioca nel meraviglioso campo del Conero Golf di Sirolo. Fatti trasportare - dalle onde e dal vento - in barca a vela wind surf, canoa… per le baie di Portonovo, Sirolo e Numana. Trotta a cavallo, arrampicati a piedi ed esplora in mountain bike i sentieri del Conero ed i percorsi ciclabili del Territorio.

Partecipa agli spettacoli e alle ricche manifestazioni della zona. Gusta i vini, i prodotti, la gastronomia del territorio lungo le strade del Rosso Conero. Immergiti nell’affascinante mondo sub.

Vieni ad emozionarti... A tutto il resto pensiamo noi...

Offerte & last Minute

Tutte le promozioni degli alberghi della riviera del Conero


Hotel con ristorante
Mezza pensione / pensione completa

Hotels con ristorante

Scopri il gusto autentico e genuino della riviera del conero.

Hotel con ristorante
Hotel convenzionati Conero golf club
Conero Golf club

Hotels convenzionati

La magia del Golf nella natura del parco del Conero, Offerte e convenzioni col Golf Club

Hotel convenzionati
Offerta Hotel animali Conero
In vacanza con fido?

Soggiorno nel Conero con animali

La riviera del Conero, dove gli animali sono i benvenuti

animali ammessi
Hotel 4 stelle riviera del Conero
Il Conero a 4 stelle

Gli alberghi 4 stelle

Tutti i colori della riviera del Conero, nel massimo comfort di un albergo a 4 stelle

Scopri gli hotel
Offerta Hotel sul mare riviera del Conero
A due passi dal mare

Gli hotels sul mare nel Conero

Direttamente sull'adriatico, a max 500 metri dal mare

Tutti gli hotel sul mare
Hotel Bed & Breakfast
Prima colazione

Bed & Breakfast

Trova un Bed & Breakfast nella Riviera del Conero

Bed & breakfast

La cucina del Conero

La cucina della Riviera del Conero è generalmente semplice, non eccessivamente ricca di grassi e di spezie. E’ una cucina così detta povera che lascia alle vivande il loro sapore. E’ influenzata, sulla composizione dei menù, dal variare delle stagioni e dai prodotti che ricava dalla sua buona terra e dal suo mare generoso.

Eccelle nei piatti di pesce e di carne, di paste e di verdure. E’ insomma una cucina al plurale come “le Marche”.
Tanta la varietà di piatti di pesce favorita dalla pescosità del mare ( è necessario sottolineare che le Marche è tra le regioni con le marinerie più grandi d’Italia).
La saraghina a “scotta dito”, la frittata di papalina, le gustosissime sogliole fritte o impanate, ben oliate cotte ai ferri con trito di prezzemolo, le orate all’anconitana, vera leccornia dalla superba salsetta; i pauri (grossi granchi) lessati e conditi con olio e pochissimo limone, i moscioli alla marinara, le saporite pannocchie, i polpi e le seppie cotte in mille modi, le crocette, i bombarelli e le raguse in porchetta non rappresentano che una parte di piatti di pesce che costituiscono il vanto della cucina del territorio.

Una nota a sé stante meritano sia lo stoccafisso che il brodetto, sulle quali storie, cultura e ricette si sono fondate tre Accademie che ne diffondono conoscenza e tradizione, promuovendo con puntualità e rigore manifestazioni, competizioni ed eventi, tutti dedicati alla diffusione di questi antichi, preziosi e gustosi piatti, umettati da preziosi oli extravergini d’oliva da cultivar monovarietali delle nostre campagne.
Per il brodetto vanno famosi molti centri del litorale marchigiano. Il “brodetto marchigiano” non è, in realtà, un’unica entità culinaria, perché lo si cucina in svariate declinazioni ( è un piatto con almeno 7 tipi di pesce). Vi sono i codificati come quelli all’anconitana ed altri prodotti più a sud che prendono il nome di Portorecanati e Sanbenedetto e c’è quello a nord tipico di Fano, ma ogni cittadina rivierasca vanta poi con orgoglio le proprie diverse tradizionali ricette: anzi, possiamo dire che in ogni rione e trattoria c’è un profumo diverso e… anche questo è pluralismo. Tutti si caratterizzano per la grande varietà di pesce sapientemente accostato ma diversamente trattato per il piacere del palato. Per quanto riguarda lo stoccafisso all’anconitana sulla priorità e sulla autenticità della sua ricetta la cui storia parte dal 1431 sono stati versati fiumi di inchiostro; quello che è certo è che si tratta, con le patate o senza, con il latte o senza, di un piatto da un gusto forte, particolare, che ha sempre goduto e… seguita a godere del favore dei buongustai.

Infine i moscioli: vera unicità

Ad Ancona, i moscioli sono le cozze o mitili (Mytilus galloprovincialis), “selvaggi”; quelli cioè che si riproducono naturalmente e vivono attaccati agli scogli sommersi della costa del Conero. La presenza di moscioli in questi mari è testimoniata in maniera precisa già dall’inizio del Novecento; la pesca, però, era molto limitata e le colonie di molluschi erano concentrate sullo scoglio del Trave e su pochi altri scogli e secche tra Pietralacroce e Sirolo. I pescatori amano mangiarli appena pescati, fragranti per il profumo delle alghe e del mare, aperti su una lastra posata sul fuoco, senza alcun condimento, oppure alla marinara: aperti in pentola con aglio, prezzemolo, olio, vino bianco, pepe ed una leggera spruzzata finale di limone. Ormai da tempo i pescatori del Presidio Slow Food hanno lavorato molto sul mosciolo selvatico di Portonovo, in modo che sia garantita la provenienza dei molluschi dalle zone di pesca previste e la tracciabilità lungo tutta la filiera; è un prodotto stagionale la cui pesca va da aprile ad ottobre. Non possiamo esimerci di parlare delle straordinarie raguse in porchetta (murex brandaris o trunculus) cotte a lungo nel suo untuoso intingolo ricco di conserva, aglio vestito e finocchio selvatico e raro esempio di piatto marino perfettamente abbinabile ai giovani Rossi Conero.

Anche i vegetariani ed i vegani trovano soddisfazione per il loro palato.

Che dire della bontà dei prodotti quali verdure ottime, alcune delle quali altrove poco conosciute come: i roscani conditi con olio e aceto, il cui gusto viene arricchito dalla presenza della mentuccia e dell’aglio, i pincicarelli: famosi nell’anconetano, quasi sconosciuti altrove, di cui si mangiano i sostegni carnosi delle infiorescenze. Da farsi lessi o fritti o in umido. La denominazione di questo ortaggio è dovuta al fatto che esso si presenta spinoso e quindi pungente. In dialetto pungere si dice “pincicare” o “puncicare”.
E che dire dei paccasassi e dei grugni?
Il saporito calvofiore, i broccoli strascinati, la fragrante misticanza, il cece condito con olio di oliva di frantoio aglio e rosmarino, le cicerchie, i fagioli accompagnati con salsiccia e con cotica fresca di maiale sono tra le verdure ed i legumi che entrano nella abituale dieta delle provincia di Ancona.

Ancora, i primi piatti e le innumerevoli ricette con pasta fatta a mano.

La polenta, consumata dai commensali intorno alla spianatora condita con sugo di salsicce e costarelle di maiale, le pingiarelle fatti con la pasta per il pane, sono gnocchetti che si condiscono con unto di lardo, le lasagne incassettate e gli storici Vincisgrassi, i cannelloni ripieni di carne, i calcioni, la pasta pelosa, gli spaghetti con i moscioli, con le vongole o con i bombarelli (lumachine), i paccheri allo scoglio, le zuppe di verdure o di legumi con base di lardo soffritto, le pastasciutte con il sugo finto, i boccolotti al sugo di oca sono fra i primi piatti maggiormente in uso nel ricettario del territorio.
Le eccellenze della cucina della Riviera del Conero non si esauriscono in quella cosiddetta di mare o nei primi piatti, ma continua attraverso i prodotti della campagna, siano esse saporose verdure o varietà di carni sane e genuine ( allevate nelle campagne e nelle colline della regione).
Carni gustosissime sia di ovini, bovini, suini, di coniglio e di pollo. La cucina, da noi, va affrontata senza prefabbricati programmi di scelta per non togliere il piacere della sorpresa, non tanto per la elaborazione delle ricette, ma per la maestria con cui le stesse vengono preparate. Vasta è la scelta dei piatti tipici in materia di secondi , tra i più apprezzati:. Il pollo ed il coniglio in potacchio o in porchetta, il manzo brasato alla marchigiana, i ciarimboli alla griglia o in teglia (budella di maiale salate ed essiccate con peperoncino, semi di finocchio e altre erbe aromatiche, ottimi, caldi fra due fette, di pane), il saporito agnello cotto in un tripudio di aromi tra cui primeggia l’aglio e il rosmarino, le gustosissime spuntature (budella di vitello da latte che non deve aver mangiato l’erba nemmeno una volta; arrostite e aromatizzate con il pepe), l’appetitosa porchetta e la saporita trippa alla canapina.
Quanto ai dolci: per tutte le occasioni e per ogni stagione! Insomma, la ricchezza di questo territorio trova il suo concentrato nell’eccellenza della cucina, da condividere e abbinare ai suoi pregiati vini.


    I Vignaioli del Monte Conero

  • AZIENDA AGRICOLA LANARI
    Via Pozzo, 142 Varano di Ancona
    071 2861343
  • FATTORIA LUCESOLE
    Via Varano, 147 Ancona
    071 2861204
  • AZIENDA AGRICOLA MARCHETTI
    Via di Pontelungo, 166 Ancona
    071 897386
  • PIANTATE LUNGHE
    Frazione Candia 91, Ancona
    071 36464
  • AZIENDA AGRICOLA MORODER
    Via Montacuto, 121 Ancona
    071 898232
  • AZIENDA AGRICOLA PIERI LUIGI
    Fraz. Poggio, 128 Ancona
    071 801138
  • CANTINA POLENTA
    Frazione Poggio, 146 Ancona
    071 801070
  • TENUTA SPINSANTI
    Via Fonte Inferno,11 Camerano
    071 731797
  • AZIENDA VINICOLA MALACARI
    Via Enrico Malacari, 6
    Ancona 071 7207606
  • AZIENDA VINICOLA STROLOGO
    Via Osimana, 89 Camerano
    071 731104
  • FATTORIA LE TERRAZZE
    Via Musone, 4 Numana
    071 7390352
  • AZIENDA AGRICOLA MERCANTE
    Via Loretana, 190 Camerano
    071 732050

    Altri produttori

  • AZIENDA VINICOLA GAROFOLI
    Via Marx, 123 - Castelfidardo
    071 7820162
  • TERRE CORTESI MONCARO
    Via Direttissima del Conero, 47 Camerano
    071 731023
  • AZIENDA VINICOLA BERLUTI
    Via della Madonnetta Ancona
    071 892286
  • UMANI RONCHI
    Via Adriatica, 12 - Osimo
    071 7108019
  • LEOPARDI DITTAJUTI
    Via Marina II, 26 - Numana
    0717390116

Conero diVino

Non è soltanto il toponimo della bella montagna che si tuffa nel lido Adriano (Adriatico) ma è la nuova denominazione dal 2004 del vino rosso riserva DOCG; quella di base, la DOC Rosso Conero verrà riconosciuta molto prima, nel 1967. Il disciplinare prevede un’uvaggio di montepulciano all’85% ed il restante 15% con sangiovese, ma gran parte dei produttori preferiscono evitare il blending. Il montepulciano, vitigno di montagna per eccellenza, basti vedere le sue origini teramane e aquilane, è radicato in loco ormai da secoli.

Dà quindi origine a quello che nei tempi passati chiamavano in dialetto locale “el Vì roscio de Ancona”, decantato anche dal naturalista Bacci e dagli antichi monaci benedettini dell’eremo di San Pietro al monte. La location viticola è quindi ideale per questo potente vitigno per così dire maschio e nel tempo, con le esperienze, i tanti investimenti delle piccole e grandi cantine e il know how di sapienti tecnici ha dato origine a questa quintessenza enologica conosciuta ed apprezzata oggi in tutto il mondo. Il suo meraviglioso fruttato di amarena passita, di spezie e balsamico nella riserva lo distingue immediatamente tra il panorama vinicolo nazionale. Cinquemilioni di anni fa Il Conero era un’isola adriatica montuosa, non un vulcano come da vecchia falsa leggenda popolare. Una imponente spinta tettonica della faglia euro-asiatica sollevò il territorio marchigiano e non solo, vomitando le acque marine che lambivano l’appennino verso l’attuale sede. L’isola quindi divenne un tutt’uno con le terre emerse e rimase una montagna marina.


La ristorazione della Riviera produce da sempre ottima cucina di mare e quindi un unico vino rosso non poteva rendere giustizia agli abbinamenti con le specialità ittiche. Sono stati riesumati vecchi vitigni autoctoni come la malvasia, l’incrocio Bruni 54, ibrido tra Verdicchio e Sauvignon nato negli anni 30 nel pesarese dal prof. Bruno Bruni, ma anche il reinpianto di alcuni vitigni internazionali come chardonnay e sauvignon e …da questi sono nati i nuovi fragranti bianchi del Conero. Freschi, fruttati amabilmente medio aromatici condividono oggi una completa produzione con il grande fratello rosso, i delicati rosati da questo ottenuti e gli eleganti spumanti metodo Martinotti e Classico. Ma non finisce qui: dalle vecchie uve di moscato bianco nascono deliziosi vini da dessert e come una ciliegina sulla torta il visciolato, sposo diletto delle torte ai frutti di bosco e crostate alle ciliegie e peccaminoso amante su quelle al cioccolato chiude la lista. Mai ci saremmo aspettati tanto.

Produrre in una sola montagna conposta da terreni argillo calcareia e accarezzata dal respiro del mare una completa gamma enologica che magnifica la nostra superba cucina di mare e di terra e… non per niente le Marche sono pluraliste.

Copyright © 2017 - Tutti i diritti sono riservati Privacy Policy
Design & Coding: Mediashape.it
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.